“Questa felicità non c è più. Sono stata in silenzio anche perchè non avevo voce ne parole per la mia narrazione dell orrore. Nemmeno adesso ce l’ho, spero che in un secondo tempo troverò le parole e l’energia per descrivere l’invivibile e l’impensabile che mi torturano da settimane. Sono in isolamento alla Spallanzani da due settimane per aver contratto il virus con annessa polmonite in tourneè a metà a metà febbraio”. Così Giuliana De Sio ha affidato a Facebook la notizia di essere stata contagiata anche lei. E nel cuore della notte decide di sfogarsi e raccontare l’orrore della malattia. Al post allega una foto un cui è ritratta felice e baciata dal sole.

“La solitudine feroce di questa situazione e il dolore fisico e mentale che ne derivano  sono la prova più dura a cui io sia stata sottoposta in tutta la mia vita. Sentivo per ora, con le poche energie che mi sono rimaste di comunicarvi questo, anche un po’ per spiegare la mia improvvisa scomparsa dal profilo e dalla pagina. Ora spero che il mio telefono non si scatenerà più di quanto non abbia fatto in queste lunghe lunghissime giornate fatte di paura, mancanza di respiro e solitudine siderale.

“Ma la buona notizia è che il virus è sconfitto, sono al terzo tampone negativo, anche se molto indebolita. Vogliatemi bene perchè qui, i metodi sono a dir poco sbrigartivi e ti senti più abbandonato che mai,e non mi dilungo, anche se so cosa succede nel mondo…voglio uscire!!!”.