Il presidente Usa Donald Trump vieta agli utenti americani di scaricare le app WeChat e TikTok di proprietà dei gruppi cinesi Tencent e ByteDance “per salvaguardare la sicurezza nazionale degli Stati Uniti”. E’ quanto si legge in una nota ufficiale del Dipartimento del Commercio Usa, in cui si sottolinea che i divieti “proteggono gli utenti negli Stati Uniti eliminando l’accesso a queste applicazioni e riducendo notevolmente la loro funzionalità”.

“Le azioni di oggi dimostrano ancora una volta che il presidente Trump farà tutto ciò che è in suo potere per garantire la nostra sicurezza nazionale e proteggere gli americani dalle minacce del Partito comunista cinese”, ha detto il segretario del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti Wilbur Ross.

“Sotto la direzione del presidente – ha continuato Ross – abbiamo intrapreso azioni significative per combattere la dannosa raccolta di dati personali dei cittadini americani della Cina, promuovendo i nostri valori nazionali, le norme democratiche basate su regole e l’applicazione aggressiva delle leggi e dei regolamenti statunitensi”. Le minacce poste da WeChat e TikTok alla sicurezza Usa “nonostante non siano identiche, sono simili”, spiega ancora il Dipartimento Usa, sottolineando che le due app raccolgono “vaste aree di dati degli utenti, incluse le attività in rete, i dati sulla posizione e sulla cronologia di navigazione e ricerca” su internet.

Per gli Usa “ciascuno è partecipante attivo nella fusione civile-militare della Cina ed è soggetto alla cooperazione obbligatoria con i servizi di intelligence del Pcc. Questa combinazione si traduce nell’utilizzo di WeChat e TikTok che creano rischi inaccettabili per la nostra sicurezza nazionale”. Il Dipartimento Usa del Commercio fa sapere che “qualsiasi altra operazione proibitiva relativa a WeChat o TikTok potrebbe essere identificata in futuro”.

Gli Usa sono quindi pronti a nuove restrizioni, ma il Governo è anche in attesa di prendere una decisione sull’offerta proposta da ByteDance e Oracle per le attività statunitensi di TikTok. Lo scorso 6 agosto la Casa Bianca ha emesso un ordine esecutivo per imporre la vendita di queste attività a una società statunitense. In base agli accordi proposti, però, Oracle – società Usa – sarà solo partner tecnologico della nuova società, diventandone socio di minoranza.