Mamma e figlioletta morte nel giro di poche ore. Si aggrava il bilancio dell’incidente avvenuto martedì 9 novembre tra Eboli e Battipaglia, nel Salernitano, lungo la strada statale 19 in  località Fontana del Fico. Nella mattinata di oggi, mercoledì 10 novembre, non ce l’ha fatta la piccola Greta, la bimba di due anni, che si trovava nella Lancia Y insieme alla mamma, Enza Avallone, 38 anni, deceduta sul colpo dopo il tremendo schianto con una Fiat 500 guidata da un giovane di 22 anni che ha riportato ferite lievi.

Le condizioni della bambina erano apparse sin da subito gravi. Soccorsa dai sanitari del 118 e trasferita in eliambulanza al Santa Maria della Speranza di Battipaglia, dove in un primo intervenuto chirurgico aveva subito l’asportazione della milza, nelle ore successive è scattato l’immediato trasferimento all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Greta è stata intubata dai sanitari che hanno provato in tutti i modi a salvarle la vita. Troppo grave il trauma cranico riportato, che ha provocato l’emorragia cerebrale interna. La piccola viveva a Battipaglia insieme alla madre, originaria di Eboli, e al papà carabiniere Nunzio Campeglia.

Secondo una prima ricostruzione, sul posto polizia municipale, polizia e carabinieri, le due auto si sono scontrate frontalmente probabilmente a causa dell’alta velocità con la quale procedeva una delle due vetture. L’impatto è stato violentissimo tanto da sbalzare all’esterno della Lancia Y il passeggino della piccola Greta.

Dolore e sgomento nelle due comunità in provincia di Salerno. Sia Eboli che Battipaglia sono sconvolte dalla tragedia che ha coinvolto Enza e la figlia di appena due anni. I funerali della donna sono in programma giovedì 11 novembre ad Eboli.

Redazione