Si chiama Ivermectim ed è il farmaco che, secondo i ricercatori australiani, potrebbe uccidere il coronavirus in appena 48 ore. L’antiparassitario, giù utilizzato in passato per trattare la febbre dengue e il virus zika, è al vaglio del Biomedicine Discovery Institute della Monash University di Melbourne che, in collaborazione con il Doherty Institute, ha riscontrato come dopo appena 24 ore la  capacità virale del Covid-19 risulta notevolmente ridotta.

“Una singola dose potrebbe eliminare tutto l’Rna del virus entro 48 ore – dicono i riceratori -. Entro le prime 24 ore si nota una riduzione davvero significativa”.

Il team è ora a lavoro per capire come passare alla sperimentazione del farmaco sull’uomo nel trattamento dei pazienti infetti. In particolare, già nei prossimi giorni, gli scienziati saranno a lavoro per determinare le dosi efficaci da somministrare ai malati.