Lo street artist Jorit aveva già fatto sapere attraverso i social di essere al lavoro su un’opera che riprendesse il dottor Paolo Ascierto. E sempre attraverso i social oggi ha reso noto che, grazie alla collaborazione con blindarte.com, la sua opera verrà all’asta online. Il ricavato della vendita sarà interamente devoluto: una metà all’Istituto Pascale di Napoli e un’altra meta alla Regione Lombardia, il principale focolaio di coronavirus in Italia.

Paolo Ascierto, oncologo dell’Istituto Pascale di Napoli, è a capo della task force che ha condotto, insieme con i medici dell’Ospedale Cotugno e ad alcuni ricercatori cinesi, le prime sperimentazioni sul Tocilizumab, un farmaco contro l’artrite reumatoide. Lo scorso 17 marzo anche l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ha comunicato di aver autorizzato lo studio sul farmaco e sui suoi effetti sui contagiati da coronavirus. Sono già diversi i casi di pazienti dimessi dopo la cura con il farmaco anti-artrite.

“In questo momento c’è la sperimentazione dell’Aifa che ci dirà con rigore scientifico se il farmaco ha una sua validità. I segnali sono molto incoraggianti, noi abbiamo sempre detto dall’inizio ‘cauto ottimismo’, ci crediamo”, ha dichiarato al Tg2 il professore Paolo Ascierto.

Lo street artist Jorit ha dunque comunicato nel suo post gli estremi per l’asta e ha aggiunto: “Non c’è limite di tempo per donare. L’asta #ArtToStopCovid19 sarà aperta per tutto il periodo di emergenza”.

Redazione