Dopo lo spavento e gli attimi di paura e angoscia, arriva la rassicurazione dal ‘diretto interessato’. Christian Eriksen, il calciatore di Inter e Danimarca che nel match di sabato 12 giugno a Copenaghen tra la sua Nazionale e la Finlandia per gli Europei 2020.

“Ciao a tutti. Un grande grazie per il vostro affetto e i messaggi da tutto il mondo. Significano molto per me e la mia famiglia. Sto bene, considerate le circostanze. Devo ancora fare degli esami in ospedale, ma mi sento bene”, ha scritto infatti il calciatore con un post su Instagram questa mattina, rassicurando tutti sulle sue condizioni di salute.

Ora, continua Christian pubblicando una foto in cui mostra il pollice in alto da una stanza di ospedale, “tiferò per i ragazzi nelle prossime partite della Danimarca”.

I segnali di ripresa quindi ci sono e non è escluso che già nei prossimi giorni il centrocampista danese possa essere dimesso dall’ospedale per poter riabbracciare i suoi familiari.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christian Eriksen (@chriseriksen8)

Ben altri interrogativi riguardano invece il futuro sportivo di Christian. Secondo Lucio Mos, presidente della Società Italiana di Cardiologia dello Sport, “con la legislazione italiana dubito che potrà scendere in campo in futuro in Italia. I protocolli attuali sono rigidi, quindi non proporremo alla FIGC alcuna modifica a quello attuale. Andrebbero cambiati quelli europei, che sono più larghi rispetto ai nostri”.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.