L’ex re spagnolo Juan Carlos I ha annunciato che lascerà la Spagna per vivere in un altro Paese, a seguito dello scandalo finanziario che l’ha coinvolto. Il sito web della famiglia reale ha diffuso una lettera in cui l’ex monarca si rivolge al figlio, re Felipe VI: “Guidato dal convincimento di prestare il miglior servizio agli spagnoli, alle loro istituzioni e a te come re, ti informo della mia meditata decisione di trasferirmi, in questo periodo, fuori dalla Spagna. Una decisione che prendo con molto dolore, ma con grande serenità”. Il re, aggiunge la nota, ha ringraziato il padre per la decisione e gli ha espresso il proprio rispetto. L’ex re emerito, in realtà, avrebbe però già lasciato il Paese. A renderlo noto è  ‘El Mundo’. Secondo le fonti consultate dal giornale di Madrid, la lettera in cui l’ex monarca comunicava l’intenzione di farlo, sulla scia dello scandalo finanziario che l’ha coinvolto, è stata inviata al figlio, re Felipe VI nelle ultime ore.

“La fuga all’estero” di Juan Carlos I di certo non è passata in osservata. A commentare prontamente questa notizia ci ha pensato il vicepresidente spagnolo e segretario generale di Podemos Pablo Iglesias, il quale sul suo account ufficiale Twitter ha scritto: “E’ un atteggiamento indegno di un ex Capo di Stato e lascia la monarchia in una posizione molto compromessa. Per rispetto dei cittadini e della democrazia spagnola, Juan Carlos I dovrebbe rispondere delle sue azioni in Spagna e davanti al suo popolo”. “È dovere di quelli come noi in posizioni governative garantire istituzioni esemplari e pulite”, aggiunge. E ancora: “Un governo democratico non può voltarsi dall’altra parte, tanto meno giustificare comportamenti che minano la dignità di un’istituzione chiave come il Capo dello Stato e che sono una frode contro la giustizia”.