Colpito e ucciso da un pezzo del macchinario che si è staccato mentre lo stava utilizzando. La Sardegna piange Roberto Usai, il giovane operaio di 22 anni la cui vita è stata tragicamente stroncata dall’ennesimo incidente sul lavoro. La morte bianca di un ragazzo arrivata poco dopo l’inizio del turno di lavoro in un’azienda che produce prefabbricati a Isili, nel sud della regione.

Secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri, un pezzo del macchinario si sarebbe staccato colpendo il giovane operaio. I medici del 118 non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. La salma è stata trasferita al policlinico di Monserrato, dove il medico legale Francesco Ferraro, su mandato della Procura di Cagliari, eseguira’ l’autopsia.

Roberto lavorava ma nel tempo libero alimentava la sua passione per il calcio. Originario di Villanova Tulo, giocava nella squadra locale iscritta al campionato di terza categoria. Un’altra passione erano le tradizioni della sua terra, che coltivava nel gruppo folk di cui faceva parte.

Una comunità sotto choc, con il sindaco Alberto Loddo che ha proclamato il lutto cittadino con la chiusura di tutti i negozi. “Morire a 22 anni mentre si sta svolgendo il proprio lavoro è una ingiustizia troppo grande”, commenta Loddo. “Per noi è una perdita gravissima. Al padre, alla madre e alla sorella di Roberto rivolgo l’abbraccio di tutta la comunità”. Distrutto anche lo zio Gian Franco Demuro, suo allenatore di calcio, al quale Roberto chiedeva sempre di poter giocare come attaccante. “Roberto ha sempre giocato con noi, era un terzino. Sabato scorso, dopo l’ultima gara, ci siamo fermati come sempre a bere qualcosa al bar e mi aveva chiesto, un’altra volta, di essere mandato avanti”. Insomma, voleva giocare in attacco e fare gol. “E io gli avevo promesso che, alla prima occasione, l’avrei posizionato in avanti. Purtroppo, il suo è un desiderio che non potrò mantenere” dice, con la voce rotta dalla commozione.

 

 

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.