Minacce di morte a Papa Francesco: una busta contenente tre cartucce è stata trovata a Pescheria Borromeo, in provincia di Milano. Tre cartucce presumibilmente di pistola. Il destinatario non lascia spazio a dubbi: “Il Papa – Città del Vaticano, P.zza S. Pietro in Roma”. Sull’episodio indagano gli investigatori dell’Arma dei Carabinieri, coordinati dal pm di turno Alessandra Cerreti.

La missiva è stata sottoposta a sequestro dai militari della Compagnia di San Donato Milanese per i rilievi tecnici. La busta è stata intercettata al centro postale nel milanese. A chiamare i militari della stazione di Paullo è stato nella notte un responsabile d’ufficio. Sull’esterno della busta con affrancatura francese e priva di mittente. La scritta con il destinatario a penna e poco leggibile scrive l’Agi.

È stato individuato nel giro di poche ore il presunto mittente della missiva: un uomo, secondo quanto appreso dall’Ansa, già noto ai gendarmi Vaticani con cui i carabinieri di Milano si stanno coordinando per valutare la pericolosità del gesto. Non sarebbe la prima volta che l’uomo invia lettere al Vaticano. Il francobollo della lettera è francese. La copia di un versamento da 10 euro, di natura ignota, all’interno della busta. Ancora da chiarire se il presunto mittente si trovi in Francia o altrove.

Seguono aggiornamenti

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.