È morta una persona che si trovava a bordo dell’aereo uscito di pista a Istanbul. Lo riferisce il ministro della Salute turco, aggiungendo che i feriti sono 157. L’ aereo è uscito fuori pista e si è spezzato in tre parti mentre era in fase di atterraggio all’aeroporto Sabiha Gokcen, il secondo della città di Istanbul. Il velivolo della compagnia turca Pegasus Airlines, un Boeing 737-800, era in arrivo da Smirne quando, per cause in corso di accertamento ma probabilmente dovute alla scarsa visibilità, unita alle forti piogge delle ultime ore, è uscito dalla pista di atterraggio e ha anche preso fuoco.

Secondo una prima ricostruzione del ministro dei Trasporti turco, Cahit Turan, non ci sarebbe stata nessuna vittima ma almeno 120 feriti: oltre una ventina quelli ricoverati, i più gravi sarebbero i due piloti. A bordo c’erano 177 passeggeri (171 passeggeri più 6 membri dell’equipaggio). Il traffico nel secondo scalo della metropoli sul Bosforo è stato chiuso.

Tutti i 177 passeggeri a bordo dell’aereo della Pegasus finito fuori pista a Istanbul sono stati evacuati e sono sani e salvi. È quanto riporta il sito del quotidiano ‘Sabah’, precisando che sul luogo dell’incidente sono intervenuti i vigili del fuoco e le squadre di soccorritori. Alcuni dei passeggeri hanno abbandonato il velivolo da soli, mentre per gli altri proseguono le cure a bordo e l’assistenza medica con il trasporto in ambulanza. 

Restano incerte al momento le cause dell’incidente. Quando il velivolo è atterrato, alle 18:18 locali (le 16:18 in Italia), su Istanbul c’era forte vento e una pioggia insistente. Secondo alcuni esperti intervistati dai media turchi, queste difficili condizioni atmosferiche potrebbero aver contribuito alla perdita di controllo del mezzo. Ma non si esclude neppure che il Boeing abbia iniziato in ritardo e a una velocità eccessiva le manovre d’atterraggio per un errore dei piloti. Il ministro dei Trasporti turco Cahit Turan ha parlato di un “forte atterraggio”, senza precisarne i motivi. La procura locale ha aperto un’inchiesta per fare chiarezza sull’accaduto e accertare eventuali responsabilità.