Era al quarto mese di gravidanza Veronica Stile, l’avvocato 33enne morta dopo aver scoperto di essere positiva al Covid e dopo l’aggravarsi dei sintomi, che l’aveva costretta al ricovero in ospedale a Napoli. La giovanissima vittima del Coronavirus, già mamma di una bambina di tre anni, aspettava il secondo figlio dal marito Rosario Stanzione, imprenditore ed ex calciatore.

La notizia è stata confermata dal sindaco di Nocera Inferiore,  Manlio Torquato, con un post sul suo profilo Facebook: “Speravo, stamane, di poter salutare questa incredibile settimana  con le immagini del San Francesco illuminato. Ma la luce di ieri è stata spenta nel cuore dei nocerini. Una ragazza, una collega, una giovane madre è scomparsa oggi. Non saprei dire ora quanto il covid c’entri in questa tragedia. Ma qualunque causa non spiega e non rende accettabile che una ragazza, bellissima, sbocciata alla vita e portatrice con sé di altra vita, possa spegnersi cosi. Non saprei avere altre parole, adesso, per suo marito per suo padre e sua madre per i suoi amici più cari. Non saprei. Comprendete il silenzio”.

Un dramma, quello di Veronica Stile, che ha sconvolto la comunità. Anche la Nocerina Calcio, club in cui Rosario Stanzione ha militato, ha espresso il suo cordoglio per la morte di Veronica: “La Nocerina, a tutti i livelli, abbraccia Rosario Stanzione, imprenditore, ex calciatore molosso, nel recente passato vicino al club, colpito in queste ore da un grave lutto, la scomparsa prematura dell’adorata moglie Veronica Stile. Il presidente Paolo Maiorino, i dirigenti e i collaboratori, l’ufficio stampa, i calciatori e lo staff partecipano al dolore delle due famiglie”. 

Il sindaco Torquato ha indetto nella giornata odierna il lutto cittadino in occasione dei funerali della donna.