Non sono stati riscontrati segni evidenti di violenza o percosse, né di rigurgito o soffocamento, nel primo esame effettuato dai medici sul corpo della bambina di appena quattro anni ritrovata senza vita dai genitori nella propria casa di Mentana, a nord est della Capitale. Dalle prime analisi si ipotizza un malore durante la digestione. La madre, che ha chiamato il 118 ha raccontato che la bimba dopo pranzo è andata a letto per riposare accusando un malore poco dopo. Sul posto sono intervenuti i medici soccorritori e l’eliambulanza, che hanno ininterrottamente provato a rianimarla con le pratiche di salvataggio, sino a constatare il decesso. Successivamente sono arrivati i carabinieri della stazione di Mentana e della Compagnia di Monterotondo per le indagini. La salma, a disposizione della Procura di Tivoli, verrà trasportata nel reparto di medicina legale dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza per l’esame autoptico.

Redazione