Una neonata di appena tre giorni è ricoverata all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli dopo aver riportato diverse ustioni sul corpo, probabilmente a causa di un bagnetto in acqua bollente. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, alle 15.30 di martedì 16 marzo i militari sono intervenuti in via Diaz a Portici dopo la segnalazione del papà della piccola, un uomo di 46 anni.

La compagna dell’uomo, una donna di 36 anni con problemi di natura psichica, ha partorito in casa tre giorni fa con la neonata, nata dopo 8 mesi, che avrebbe riportato ustioni sul corpo e non “lesioni da parto” mai medicate come inizialmente era emerso. La piccola e la mamma sono stati trasportati in ospedale dai sanitari del 118. Il personale medico del Santobono ha rilevato ustioni sul corpo probabilmente  causate da un bagno in acqua troppo calda o da detergenti troppo invasivi. La neonata è ricoverata in prognosi riservata.

I genitori – secondo quanto riferisce l’agenzia Agi – sono invece seguiti da tempo dai servizi sociali e in passato hanno perso la patria potestà su altri due bambini. La 36enne è ricoverata in un altro ospedale mentre la posizione del compagno è al vaglio. Non è chiaro se si fosse accorto o meno delle ustioni sul corpo della neonata. Accertamenti in corso da parte dei carabinieri che stanno ascoltando diverse testimonianze.

 

Redazione