Ventuno anziani e un operatore sanitario sono risultati positivi al coronavirus nella Rsa Quarenghi di Milano, alla periferia nord-ovest della città. Alla giornata di ieri solo uno dei contagiati aveva i sintomi del Covid-19, mentre per tutti gli ospiti della struttura sono scattati i tamponi.

“Tutti i residenti della struttura sono stati immediatamente sottoposti a tampone; 20 anziani sono risultati positivi a Covid-19, ma completamente asintomatici. Dei 21 anziani positivi a Covid, soltanto 10 (di cui 9 asintomatici) sono stati trasferiti in ospedale. Gli altri positivi asintomatici sono in attesa di essere ricoverati non appena le strutture ospedaliere comunicheranno la disponibilità dei posti letto per ora riservati a casi di maggiore gravità”. E’ quanto si legge in un comunicato di Coopselios, cooperativa sociale che gestisce la Residenza sanitaria assistenziale ‘Quarenghi’ di Milano dove 22 persone sono risultate positive al Covid-19, 21 anziani e un operatore sanitario.

“La Rsa ‘Quarenghi’ può accogliere 140 anziani residenti in condizioni di non autosufficienza fisica e/o psichica. Nei giorni scorsi erano presenti complessivamente 123 ospiti quando uno di loro ha manifestato sintomi riconducibili a Covid; sottoposto a tampone nasofaringeo è risultato positivo ed è stato immediatamente trasportato in ospedale, così come previsto dalle nuove disposizioni emanate dalla Regione Lombardia in caso di contagio da Coronavirus”, continua il comunicato.