Antonio Conte dà l’addio all’Inter. Ad appena tre giorni dalla festa di San Siro per la vittoria 19esimo Scudetto nella storia dei nerazzurri, l’allenatore pugliese saluta dopo due stagioni con la società milanese. Un accordo consensuale secondo quanto riportato in un comunicato della Fc Internazionale Milano: “Fc Internazionale Milano comunica di aver trovato l’accordo per la risoluzione consensuale del contratto con l’allenatore Antonio Conte”.

A quanto riportato da diversi media la società e il tecnico avrebbero trovato un accordo per una buonuscita di sette milioni di euro. Il suo contratto prevedeva 12 milioni di euro a stagione. Conte non avrebbe accettato il ridimensionamento della rosa e quindi del progetto previsto dalla società. Il club di Suning vuole chiudere il mercato in attivo di almeno 70 milioni. Potrebbero partire dei big della rosa: l’indiziato principale è l’attaccante argentino Lautaro Martinez, ma potrebbero avere mercato anche l’attaccante Romelu Lukaku, l’esterno Achraf Hakimi e il centrocampista Marcelo Brozovic.

Un fulmine a ciel sereno, l’addio di Conte. Sono giorni di grandi movimenti di panchine in Serie A. Andrea Pirlo non è per niente stabile su quella della Juventus, il Napoli è senza allenatore al momento, la Lazio ancora non hanno deciso del suo futuro. Adesso l’Inter sembra stia pensando a Massimiliano Allegri e Simone Inzaghi, allenatore della Lazio in scadenza.

E Conte? L’allenatore che ha vinto con la Juventus, con il Chelsea e con l’Inter, e che con la Nazionale ha disputato un grande Europeo, al di sopra delle aspettative, potrebbe avere mercato ma la situazione a livello non solo italiano e intricata. Ieri la notizia di una trattativa tra Conte con il Napoli di Aurelio de Laurentiis. Anche se la notizia, partita da alcune chat Whatsapp dell’ambiente calcistico milanese, è parsa poco più di una boutade. All’estero c’è il Real Madrid che starebbe pensando a un nuovo tecnico: Zinedine Zidane potrebbe non restare. Per la panchina dei blancos si è fatto il nome anche di Allegri.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.