La campagna di vaccinazione con quarta dose è, almeno per il momento, un flop. A dirlo, a distanza di una settimana dal via ufficiale, sono i numeri: in poco più di sette giorni sono 16mila su 4,6 milioni i soggetti che hanno scelto di sottoporsi alla quarta iniezione del vaccino contro il Covid-19, circa lo 0,3% degli ‘aventi diritto’.

Quarta dose che l’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, ha raccomandato per la popolazione over 80 e alle persone tra i 60 e i 79 anni con patologie. Per ora però, complice forse anche le vacanze pasquali, la campagna promossa dal governo non ha avuto successo, una notizia preoccupante considerato che è destinata proprio a quelle categorie più a rischio mortalità in caso di infezione.

Bassi anche i numeri dei vaccini tra i ‘super fragili’, ovvero le persone trapiantate, malate di cancro o comunque colpite da problemi che direttamente o indirettamente indeboliscono il sistema immunitario. Su un totale di 790mila cittadini, solo in 77mila, quindi circa il 10%, si è sottoposto alla quarta dose negli hub vaccinali, aperti per la quarta dose di questa ‘categoria’ già dal 12 febbraio scorso.

Non procedono bene neanche le vaccinazioni su appuntamento. Nella Regione Lazio, che da due anni a questa parte è una di quelle che ha visto una adesione altissima alla campagna vaccinale, le prenotazioni alla giornata di ieri, lunedì 18 aprile, erano meno di 8mila, di cui alcune riferite ad immunodepressi. Va peggio in Toscana, come scrive Repubblica, dove sono addirittura 3mila le prenotazioni.

A spingere verso il basso i numeri ci sono diversi fattori: da una parte la lenta discesa della curva dei contagi e l’arrivo dei mesi più caldi dell’anno, dove ci si aspetta una minore circolazione del Coronavirus; dall’altro il già annunciato vaccino autunnale contro il Covid, che riguarderà ancora le categorie più fragili e che sta spingendo molti a non vaccinarsi subito.

A chiarirlo era stato Nicola Magrini, direttore generale dell’Aifa, che per ottobre vede “un richiamo annuale. quel punto avremo verosimilmente nuovi vaccini adattati alle varianti. Per chi fa il secondo richiamo oggi è previsto anche quello autunnale, con il vaccino nuovo”, aveva spiegato a Repubblica.

Va detto comunque che la campagna vaccinale ad oggi è stata un successo nei numeri. Ad oggi, 19 aprile, oltre 49 milioni di persone hanno ricevuto almeno una dose, pari al 91,44% della popolazione over 12 anni, mentre oltre 48 milioni e mezzo di persone hanno completato il ciclo vaccinale, pari all’89,95% degli over 12 anni. Numeri più bassi invece nella fascia 5-11 anni, dove solo il 34% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale.

Redazione