Qualcuno dirà che il direttore del Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, non risponde alle nostre domande perché non ha letto, o non legge, il Riformista. E invece lo ha letto e ci legge. Infatti già due volte ci ha preso in giro per un titolo nel quale si metteva il nome di Renzi vicino a quello di De Gaulle. Ecco, a questo proposito vorremmo spiegare una cosa: Marco, noi possediamo una categoria dello spirito, forse non notissima ai giornalisti, che si chiama “ironia”.

Nel paragone tra Renzi e De Gaulle c’era questo: ironia. Infatti, non so se l’ha vista, abbiamo pubblicato una foto di Renzi minuscolo che dal basso in alto guardava un gigantesco De Gaulle. E poi do a Marco un’altra informazione. A una parte consistente della politica, dell’intellettualità e del giornalismo italiano, De Gaulle non è mai piaciuto. Per me, ad esempio, il termine gollismo è sempre stato vicino al termine fascismo. Ma lui, per sua fortuna, è troppo giovane per sapere queste cose.