Ha lottato per oltre un mese dopo il grave incidente che ha coinvolto anche la moglie. Non ce l’ha fatta Antonio Salzano, 66 anni, ex custode del parco Virgiliano di Napoli. L’uomo è deceduto nella notte di venerdì 29 aprile all’ospedale Cardarelli dove era ricoverato dal 21 marzo scorso nel reparto di rianimazione.

Salzano si trovava alla guida di uno scooter in compagnia della moglie in via Petrarca, nel quartiere Posillipo, quando si è scontrato frontalmente con una Fiat Panda che in quel momento era in fase di sorpasso e aveva parzialmente invaso la corsia opposta. Un impatto violentissimo quello avvenuto nel primo pomeriggio (poco dopo le 15) del 21 marzo. Sia Antonio che la moglie, coetanea, erano stati soccorsi e trasferiti inizialmente al vicino Fatebenefratelli di via Manzoni.

In seguito all’aggravarsi delle loro condizioni, i sanitari hanno poi disposto il trasferimento al Cardarelli dove il 66enne è deceduto dopo oltre un mese di agonia. Le condizioni della moglie sono in leggero miglioramento.

Le indagini sull’incidente sono affidate alla sezione Infortunistica Stradale della polizia municipale di Napoli, guidata dal capitano Antonio Muriano. Ricostruita la dinamica grazie anche alle immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti in via Petrarca. Alla guida della Panda, coinvolta nell’incidente, c’era un uomo di 75 anni. Denunciato inizialmente per lesioni stradale, dopo il decesso di Salzano, dovrà ora rispondere di omicidio stradale.

 

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.