La Legge di Bilancio 2021 ha posto l’attenzione anche al mondo della scuola. Tra le novità della manovra, le disposizioni in materia di dimensionamento scolastico, nonché l’abbattimento della soglia di idoneità del Concorso per Direttori dei Servizi Generali ed Amministrativi delle istituzioni scolastiche, bandito nel 2018.

“È una vittoria che ripaga i nostri immensi sacrifici- dichiara il neo coordinamento Idonei- a piena attuazione del concetto di merito. Già dallo scorso ottobre – continuano i neo idonei Dsga- abbiamo cercato di sensibilizzare le forze politiche parlamentari circa le nostre istanze: abbiamo superato tutte le prove di una complessa procedura concorsuale…eppure, ingiustamente ci siamo visti relegati allo status di ‘fantasmi’, al pari dei bocciati. Eravamo, infatti, rimasti esclusi sia dall’ampliamento della soglia al 30% (D.L. 16/2019), sia dal successivo ampliamento al 50% (fissata da un emendamento al D.L. 104/2020 “decreto Agosto”). Con il varo della Legge di Bilancio per il 2021, ai restanti “idonei non vincitori” (190 in tutta Italia) è stato garantito l’inserimento nelle graduatorie regionali di merito. La Pubblica Amministrazione potrà, a fronte delle ingenti carenze di organico non interamente colmate dallo svolgimento del concorso, avvalersi di figure professionalmente qualificate nella conduzione delle istituzioni scolastiche” – ribadisce il Coordinamento Idonei, che da pochi giorni ha aperto anche una pagina Facebook, al fine di proseguire -in spirito propositivo ed unitario- le proprie iniziative.

“Oggi ripartiamo da qui, da questo traguardo….da questa iniezione fiducia. Da qui continua il nostro percorso per contribuire, col pieno del nostro entusiasmo e delle nostre competenze, al rinnovamento della P.A.- concludono i neo Idonei”.