Dopo il voto in senato di cui è stata uno dei fondamentali punti decisivi, la senatrice a vita Liliana Segre, uscita da Palazzo Madama ha commentato le parole di Matteo Salvini che in Aula ha citato le parole di Grillo sui senatori a vita, dicendo che non muoiono mai: “Sono molto scaramantica – ha detto al cronista del Corriere della Sera – uno che dice così è una bellezza, da questo punto di vista, ho 90 anni e va bene”.

La senatrice ha risposto con la sua solita ironia dicendo che in questo modo le allungano la vita. Poi ha rivelato che Salvini l’ha avvicinata in aula per spiegarle il motivo di quelle parole: “Mi ha detto che erano parole di Grillo”.

Ha affettuosamente ironizzato anche sulla sua nomina a senatrice a vita avvenuta tre anni fa per volontà del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Ogni volta che ho incontrato Mattarella gli ho detto Presidente è tutta colpa sua”. Sul travagliato voto invece ha chiosato: “Non è andata mica male, il problema è un altro: è che io ora sono proprio stanca”, e bonariamente si è svincolata dalle domande del cronista per andare a riposare.

Redazione