Calano nelle intenzioni di voti gran parte dei maggiori partiti. È quanto emerge dal sondaggio realizzato da Ixè per Cartabianca, la trasmissione di approfondimento politico di Rai3. Lega, Pd e M5S fanno registrare infatti un segno meno rispetto alla settimana precedente, mentre a guadagnare terreno è particolare Fratelli d’Italia.

COSA CAMBIA NELL’ULTIMA SETTIMANA – Nel sondaggio Ixè emerge il calo dei tre principali partiti: la Lega di Matteo Salvini cala fino al 28% (-0,2%), il Partito Democratico vede scendere il consenso della stessa percentuale e viene stimato al 19,8%, ancora in grave crisi il Movimento 5 Stelle che perde lo 0,7% e cala fino al 15,2%.

A guadagnare terreno sono Fratelli d’Italia e Forza Italia. Il partito della Meloni sale al 12,4% (+0,4%), mentre gli azzurri di Berlusconi sono stimati a quota 7 (+0,1%). Ancora male nei sondaggi Italia Viva: il movimento di Matteo Renzi scendere al 3,2% (-0,4%), tallonata da +Europa (3%) e dalla Sinistra (2,8%). Tra gli altri partiti Europa Verde viene stimata al 2,5%, Azione di Carlo Calenda all’1,6%, Cambiamo! di Giovanni Toti allo 0,8%.

LE DUE AREE A CONFRONTO – Dal sondaggio Ixè emerge quindi come il centrodestra sfiori il 50 per cento dei consensi, attestandosi al 48% contro il 41% raccolto dai partiti che compongono l’esecutivo giallo-rosso.

LA FIDUCIA NEI LEADER – Per quanto riguarda invece la fiducia nei leader politici, cala quella nel premier Giuseppe Conte che si attesta al 39%, mentre è stabile al secondo posto Giorgia Meloni. Scende anche il leader della Lega Matteo Salvini al 31%, sempre più lontano dal ‘nemico’ Conte, mentre risale dopo le Regionali il segretario del Pd Nicola Zingaretti (26%) e l’ex premier Silvio Berlusconi (21%). Proprio il presidente di Forza Italia supera l’ormai ex capo politico dei Stelle Di Maio, fermo al 20%, mentre all’ultimo posto si trova Matteo Renzi al 13%.