Di nuovo emergenza, di nuovo pazienti sulle barelle come mesi fa, niente distanziamento, e il rischio che la situazione possa precipitare. È quello che emerge dalle parole degli infermieri del Pronto Soccorso dell’Ospedale Cardarelli di Napoli, la più grande azienda ospedaliera del Sud Italia. Un sos, nei termini e nella forma, che ricalca il tono di un’allerta lanciata precedentemente, la settimana scorsa, dalla dirigenza dello stesso nosocomio.

“Arrivano sempre più pazienti – dice un infermiere a Il Mattino – e restano qui per giorni. Sono sulle barelle e in corsia come nei mesi precedenti, senza distanziamento. Abbiamo tra i 50 ed i 55 pazienti che dovrebbero essere spostati in osservazione breve intensiva, ma che non abbiamo la possibilità di spostare. Abbiamo i reparti pieni e le difficoltà aumentano ad ogni accesso”. Gli infermieri denunciano la situazione – almeno sei contagiati tra medici, infermieri e operatori – in medicina d’urgenza e lamentano l’inefficienza dei presidi anti-contagio a loro disposizione.

Il personale del Pronto Soccorso solleva anche la questione delle indennità per malattie infettive non riconosciute ma riservate ai soli camici bianchi dei reparti covid. Sul caso è stata investita l’Avvocatura Regionale.

La direzione del Cardarelli conferma l’emergenza: “L’affollamento del Pronto soccorso del Cardarelli è un dato oggettivo. Lo scenario disegnato dagli infermieri del pronto soccorso è fedele alla realtà”. Complice il ridimensionamento dell’Ospedale del Mare, che ha ricominciato a funzionare da stamane e da domani tornerà a regime, dopo la voragine nel parcheggio che aveva causato diversi guasti e malfunzionamenti alla struttura.

Il direttore Generale del Cardarelli Giuseppe Longo conferma: “Il nostro Pronto soccorso è sotto pressione: abbiamo 25 pazienti Covid in Osservazione in area Covid e 65 pazienti non Covid distribuiti tra i 35 al reparto allestito al primo piano e altri 25-30 nell’Osservazione adiacente al pronto soccorso. I pazienti sospetti sono invece pochi, 2 o 3 sono ricoverati in stanze in isolamento nei locali ricavati presso il vecchio drappello di polizia”. Gli infermieri del Cardarelli hanno tutti ricevuto la prima dose del vaccino anti-covid.

IL BOLLETTINO – Sono 1.069 i nuovi casi di coronavirus rilevati nelle ultime 24 ore in Campania, per un totale di 214.022 casi totali su un totale di 16.219 tamponi antigenici e molecolare. Attualmente positive 61.985 persone, 61.425 in isolamento domiciliare, 112 in terapia intensiva, 1.448 ricoverati con sintomi. Sette gli ingressi del giorno. Il totale dei morti dall’inizio dell’emergenza è di 3.598 vittime. Da domani tornano alle lezioni in presenza le scuole medie dopo il via libera del Tar in settimana scorsa a quarte e quinte elementari.

Vito Califano