È finita la fuga del tabaccaio che a Napoli avrebbe sottratto, lo scorso venerdì mattina, a una donna pensionata un Gratta e Vinci da 500mila euro. È finito all’aeroporto di Fiumicino a Roma, bloccato dalla Polizia di Frontiera. Era stato diramato dai Carabinieri nei suoi confronti un alert per tutto il territorio europeo. A quanto riporta l’Ansa l’uomo era in possesso di un biglietto per Fuerteventura ma non del tagliando vincente. Quindi procedono le ricerche. I carabinieri lo hanno identificato e lo hanno denunciato per furto in stato di libertà.

L’uomo è stato bloccato ieri sera. Nessuna misura restrittiva a carico dell’uomo dunque. Proseguono le indagini dei carabinieri della compagnia Stella. L’uomo, presunto colpevole, qualora le accuse dovessero essere confermate, potrebbe subire la revoca della licenza da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. I conoscenti del titolare dell’esercizio, che appena è emersa la notizia della vicenda erano arrivati sul posto, nel quartiere Stella a Napoli, hanno considerato il gesto dell’uomo come un colpo di testa.

A lamentare rabbia, disperazione, sconforto per l’accaduto la donna di 70 anni, abitudinaria cliente dell’esercizio. Ha raccontato di essersi rivolta a un dipendente giovane: gli sembrava impossibile di aver vinto 500mila euro. Il dipendente ha passato il tagliando al titolare che a quel punto, preso il casco, si sarebbe dato alla fuga con lo scooter. “Ho sbagliato a fidarmi”, ha raccontato la pensionata a Il Mattino.

Una storia grottesca, anche assurda, considerando l’immediata denuncia dei militari al Monopolio per bloccare tutta la serie del biglietto, quindi impossibile da riscuotere. Dopo lo shock della fuga, la 70enne aveva immediatamente denunciato l’accaduto ai carabinieri. La notizia è esplosa sabato. Non si è parlato d’altro per due giorni nel quartiere ma lo strano episodio, nella città de “La Smorfia”, ha fatto il giro del web e d’Italia.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.