Si terrà con ogni probabilità il 29 marzo il referendum confermativo della riforma sul taglio dei parlamentari. Ad annunciarlo è una nota di Palazzo Chigi secondo la quale “il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte, ha convenuto sulla data del 29 marzo per l’indizione del referendum popolare (previsto dall’articolo 138 della Costituzione) sul testo di legge costituzionale che riduce il numero dei parlamentari”.

L’ufficialità arriverà con il decreto del presidente della Repubblica. Il referendum sul taglio dei parlamentari non avrà quorum perché non si tratta di un voto abrogativo. Sarà sufficiente che i consensi superino i voti sfavorevoli. I cittadini sono chiamati a confermare o meno la riforma che taglia il numero dei parlamentari: dagli attuali 945 a 600 (400 deputati e 200 senatori).