Stop ai voli dal Bangladesh verso gli aeroporti italiani. È la decisione arrivata dal ministro della Salute Roberto Speranza dopo il numero significativo di casi positivi al Covid-19 riscontrati sull’aereo arrivato ieri a Roma. “La quarantena per chi viene da Paesi extra UE ed extra Schengen è già prevista ed è confermata. Ma dopo tutti i sacrifici fatti non possiamo permetterci di importare contagi dall’estero. Meglio continuare a seguire la linea della massima prudenza”, ha sottolineato Speranza.

Il ministero ha quindi precisato in una nota che “in accordo con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio”, la sospensione dei voli sarà valida per una settimana, “durante la quale si lavorerà a nuove misure cautelative per gli arrivi extra Schengen ed extra Ue”.

Alla giornata di ieri il numero di positivi al Covid-19 nella comunità bengalese di Roma era salito a 39, con 1300 bengalesi arrivati nella Capitale nelle scorse settimane con cinque voli speciali. Il cluster era emerso a partire da un inserviente di un ristorante a Fiumicino che aveva contagiato colleghi e proprietari del locale. È il terzo focolaio emerso nelle ultime settimane nel Lazio. Nel Lazio nelle ultime settimane erano stati rintracciati altri due focolai: 120 positivi e 5 decessi a metà giugno presso l’Istituto di ricovero e cura San Raffaele Pisana e altri sei contagiati dopo una cena di classe al Casilino di Roma e a ragazzi iscritti a un centro estivo.