Un cadavere senza testa era stato ritrovato ieri nei boschi di Cervinara. Meno di 24 ore dopo quello che sembra un passo verso la soluzione del giallo: quel corpo potrebbe essere di Antonio Moscatiello, 58 anni, scomparso dal comune di poco più di novemila abitanti in provincia di Avellino lo scorso giugno. Scrive il portale Retesei (ex Telecervinara) che a riconoscere gli abiti e il telefonino dell’uomo sarebbe stato un familiare.

Il corpo è stato trasferito nell’obitorio dell’Ospedale Moscati di Avellino. Sarà messo a disposizione del medico legale Lamberto Pianese. Il macabro ritrovamento ieri in località Coppola. Due ragazzi erano andati a raccogliere le castagne. Il cadavere era nascosto tra i rovi. I due hanno avvertito le forze dell’ordine che sono intervenute sul posto e hanno piantonato la zona in attesa del medico legale e del magistrato.

Solo una decina di giorni fa nella stessa zona era stato ritrovato un teschio umano. In quel caso a fare la segnalazione un uomo, in cerca di funghi. Sul posto i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Avellino che avevano avviato indagini e ricerche. Il reperto era stato portato al Moscati per l’esame del Dna.

Quando ieri è arrivata la notizia del ritrovamento del corpo la sindaca di Cervinara Caterina Lengua ha dovuto abbandonare l’assemblea sull’Alto Calore Servizi in corso all’auditorium dell’Hotel de la Ville di Avellino. “Devo andare via a breve – le parole del sindaco riportate da Orticalab perché mi giunge notizia che sui monti di Cervinara è stato rinvenuto un cadavere”.

Moscatiello, operaio, conosceva bene quei luoghi e amava camminare. La sua scomparsa venne immediatamente denunciata dalla famiglia. La comunità in Irpinia fu sconvolta dal caso. E le notizie arrivate tra ieri e oggi aggiungono apprensione. La salma ritrovata era in avanzato stato di decomposizione. Il telefonino sarebbe stato ritrovato nelle tasche del pantalone ritrovato sul corpo. L’esame del Dna potrebbe confermare le prime indiscrezioni: e il giallo non sarebbe comunque chiuso.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.