Un poliziotto che spara un colpo in aria e un gruppo di ragazzi che invece di disperdersi provano a disarmarlo, lo accerchiano e lo aggrediscono. È successo a Milano, zona Navigli, tutto documentato da un video che sta circolando sui social. Piuttosto grottesche le immagini, preoccupanti: per come si sviluppa la situazione per le reazioni inattese dei protagonisti della vicenda. Alcuni dei ragazzi del gruppo sono stati intanto identificati. L’agente è finito in ospedale. Sulla vicenda indaga la polizia locale.

Erano le 2:00 di notte, tra venerdì e sabato, zona Navigli tra viale Coni Zugna all’angolo con via Fra Pacio. Due vigili in borghese erano intervenuti in zona per compiere degli accertamenti su atti di vandalismo segnalati in zona. Fanno parte delle “pattuglie Uci”, che fanno capo a un comando centrale. Avrebbero dovuto soltanto documentare la situazione: le segnalazioni dei residenti facevano riferimento ad atti vandalici, contro automobili e portoni dei palazzi, compiuti puntualmente.

L’agente sarebbe stato sorpreso a scattare una foto, nella sua attività di documentazione, e quindi aggredito. L’uomo, 61 anni, è sceso dall’automobile e si è qualificato. È stato comunque accerchiato. Quando un ragazzo gli ha sfilato dalla testa un berretto di lana, ha esploso un colpo in aria tentando di allontanarli. Invece di disperdersi i ragazzi si sono a quel punto accaniti – dettaglio che fa pensare fossero sotto l’effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti -, uno di questi ha provato a immobilizzarlo vicino alla vettura, un altro ha preso l’arma per la canna mentre gli altri tenevano l’agente e lo strattonavano.

“Guardate che è carica, deficienti!”, ha urlato il vigile. A quel punto è partito un colpo finito sull’asfalto. Il vigile è finito in ospedale. Ha raccontato – questa parte non si vede nei video diffusi per prima dalle pagine Welcome to Favelas – che i ragazzi gli hanno strappato l’arma e l’hanno gettata sotto un’auto in sosta prima di colpirlo, di picchiarlo e fuggire. Il collega del vigile rimasto in auto ha chiamato in centrale. Le pattuglie sono arrivate dopo alcuni minuti sul posto.

Ci sarebbero tra i ragazzi coinvolti nell’aggressione anche “alcuni maggiorenni in trasferta a Milano e provenienti da fuori regione. Almeno uno di Bolzano“. Alcuni, durante le face concitate riprese anche dal video, parlavano in tedesco e urlavano “polizei!”. La Polizia locale sta acquisendo tutte le prove video e “ogni ulteriore elemento emerso per arrivare all’identificazione di tutto il gruppo”. Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha fatto sapere che interverrà sul caso e sul tema sicurezza domani in apertura del Consiglio Comunale.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.