Nessun problema dal manto stradale e dal funzionamento della handbike di Alex Zanardi in occasione dell’incidente dello scorso 19 giugno. È quello che è emerso dalla consulenza sulla dinamica dell’incidente occorso al campione nel senese, tra Pienza e San Quirico, lungo la provinciale 146. Zanardi si scontrò contro un autocarro. Da quel momento è ancora ricoverato.

La perizia quindi non evidenzia nessuna criticità particolare dall’asfalto e dal mezzo sul quale viaggiava Zanardi. Da quanto si apprende, le rotture rilevate sulla handbike sarebbero state causate proprio dall’urto contro il mezzo pesante.

LE CONDIZIONI – Dal 24 luglio il campione paralimpico è ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano. Lo scorso 19 agosto l’ospedale faceva sapere che Zanardi “ha risposto con miglioramenti clinici significativi” alle cure intensive alle quali è stato sottoposto in seguito al ricovero. “Per questa ragione – si legge nella nota dell’istituto – attualmente è assistito e trattato con cure semi intensive presso l’Unità Operativa di Neurorianimazione, diretta dal professor Luigi Beretta”.

L’ex pilota di Formula 1 era stato trasferito d’urgenza nell’ospedale milanese, dove era stato sottoposto all’ennesimo intervento chirurgico, soltanto due giorni dopo il trasferimento dall’ospedale di Siena alla struttura riabilitativa ‘Villa Beretta’ nel Lecchese.