Sono stazionarie le condizioni di Alex Zanardi dopo l’incidente dello scorso 19 giugno. Il campione italiano è ricoverato nel reparto di terapia intensiva del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena. “L’atleta – si legge nel bollettino del 24 giugno – ha trascorso la quinta notte di degenza senza sostanziali variazioni nelle sue condizioni cliniche, per quanto riguarda i parametri cardio-respiratori e metabolici, e rimane grave il quadro neurologico”.

“Continua  – prosegue la nota – il neuromonitoraggio e viene valutato costantemente da un’equipe formata principalmente da anestesisti-rianimatori e neurochirurghi, affiancata da un team multidisciplinare in base alle diverse esigenze cliniche. Il paziente è sempre sedato, intubato e ventilato meccanicamente e la prognosi rimane riservata”.

Il policlinico informa che, “sentita la famiglia, si ritiene utile non diffondere altri bollettini medici sino a quando non ci saranno variazioni significative sul suo stato di salute”.

I medici nei prossimi giorni valuteranno una eventuale riduzione della sedazione per verificare i danni neurologici riportati dopo l’incidente in handbike.

“Volevo mandare un abbraccio forte ad Alex in questo momento, è il simbolo di tutto il movimento paralimpico e di tutto lo sport italiano”. Sono le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, ai microfoni di Sky Sport. “Ho letto il messaggio scritto dal Papa per lui – aggiunge- commovente, pazzesco, eccezionale”, conclude.