Esiste una “minaccia molto specifica” di un attacco dell’Isis all’aeroporto di Kabul con oltre 10 attentatori kamikaze e numerosi razzi. Secondo il governo Usa sarebbe “imminente” un attentato terroristico all’aeroporto della capitale dell’Afghanistan, preso d’assalto da oltre una settimana da migliaia di cittadini dopo il ritorno al potere dei talebani.  Stando a quanto apprende l’Adnkronos, secondo l’intelligence americana, infatti, l’Isis avrebbe concluso la fase di preparazione di un imminente attacco. Per eseguire l’attacco, secondo un’informativa degli 007 Usa, i militanti dello Stato Islamico avrebbero programmato di utilizzare oltre 10 attentatori kamikaze nonché numerosi razzi.

Anche un funzionario della Difesa statunitense ha confermato un pericolo simile: “Sappiamo che c’è una minaccia dall’ISIS” attorno all’aeroporto di Kabul, hanno sottolineato i portavoce Jack Kirby e William Taylor, dopo che il presidente Joe Biden ieri aveva fatto riferimento proprio a questa minaccia come una delle ragioni che lo hanno portato a confermare la scadenza del 31 agosto per la fine delle operazioni di evacuazione dall’Afghanistan. Il Pentagono oggi ha anche confermato che tra i comandanti Usa sul terreno e i talebani c’è una costante linea di comunicazione per ‘filtrare’ le persone che accedono all’aeroporto per essere evacuate.

Una fonte dell’antiterrorismo nella regione ha poi riferito alla Cnn che alcune centinaia di membri dell’Isis potrebbero essere fuggiti dalle prigioni di Bagram e Pul-e-Charki, a Est della capitale afghana, poco prima dell’arrivo dei talebani, che hanno rapporti ostili con l’organizzazione terroristica.

Preoccupazioni anche da parte del governo della Gran Bretagna secondo cui c’è un “rischio molto elevato di un attacco terroristico” contro l’operazione di evacuazione a Kabul. Lo ha affermato una fonte britannica di alto livello a SkyNews. Secondo la fonte il gruppo di maggiore preoccupazione è l’ISIS-K (il ramo dell’ISIS attivo nell’Asia meridionale), a cui ha fatto riferimento il presidente degli Stati Uniti Joe Biden nel suo discorso di ieri, al termine del G7 straordinario sull’Afghanistan.

Martedì 24 agosto i talebani, nel corso della conferenza stampa attraverso il portavoce Zahibullah Mujahid., hanno ribadito l’ultimatum agli Stati Uniti di lasciare il Paese entro il 31 agosto annunciando poi l’accesso all’aeroporto solo agli stranieri e il divieto di uscire dall’Afghanistan per i civili afghani. E, per le donne, divieto di recarsi al lavoro.

Redazione