Durante la serata del 4 agosto nel cuore del Rione Lauro in zona Fuorigrotta, si è aperta improvvisamente una voragine. La strada ha ceduto e ha inghiottito un’auto, una Fiat Panda, con a bordo una famiglia: mamma, papà e figlio sono stati portati in salvo dai Vigili del Fuoco.

Tanta la paura ma per fortuna la famiglia ha riportato solo alcune ferite non gravi. I soccorsi li hanno subito portati in ospedale. Si cerca di capire cosa ci sia stato all’origine dell’apertura di quella voragine: forse una perdita della conduttura dell’acqua nel sottosuolo.

Intanto la rabbia dei residenti corre veloce sui social. Quella voragine ha infatti causato l’interruzione della fornitura idrica per i residenti del parco sul via Leopardi. Si stima che circa 850 famiglie stiano soffrendo gravi disagi: da ore manca acqua e gas.

“È uno schifo quello che si vede in questa città. Diciamo è una vergogna quello che è capitato a noi. Stiamo senza acqua dalle 22 di ieri sera, cioè dal 04/Agosto 2021. Io mi chiedo se possiamo vivere senza acqua”, scrive un abitante della zona su Facebook. “La tragedia è che ho chiamato l’ABC e mi hanno detto che non possono ripristinare l’erogazione dell’acqua fino a quando il comune non provvede ai lavori loro non possono intervenire sul funzionamento idrico in poche parole saranno tempi biblici”, scrive un’altra abitante del parco.

E la preoccupazione è grande per i tempi di ripristino del servizio. Intanto sul luogo stanno agendo le squadre dei Vigili dle Fuoco e dell’Abc. Proprio per questo, da quanto apprende sul posto il Mattino, è stata necessaria l’interruzione delle forniture utile a comprendere i danni riportati dal crollo e la natura del cedimento.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.