Doveva essere solo una passeggiata spensierata in bici in un giorno d’estate per un ragazzo di 15 anni di Nettuno nelle strade della sua città. Invece è stato investito da un pirata della strada che poi è fuggito senza prestare soccorso. Ora il giovane lotta fra la vita e la morte e l’uomo, un pregiudicato 45enne colpito dalla misura cautelare degli arresti domiciliari, è stato sottoposto ad alcol e drug test, e risponderà di lesioni aggravate e omissione di soccorso.

L’incidente si è verificato lungo via Santa Maria Goretti, all’incrocio con via Silvio Spaventa nella zona di Tre Canccelli della località marittima di Nettuno. Al volante della Smart, l’uomo evaso dalla sua abitazione infrangendo così gli arresti domiciliari, che ha travolto il 15enne sulla bicicletta e poi si è dato alla fuga senza prestare soccorso. Agli operatori del 118 accorsi il ragazzo è apparso subito in gravi condizioni, quindi hanno richiesto l’elisoccorso che lo ha trasportato con urgenza nell’ospedale romano di San Camillo dove rimane sotto osservazione.

Grazie alle diverse testimonianze delle persone che erano presenti e al ritrovamento, durante i rilievi della Polizia locale di un pezzo di scocca dell’auto rimasto sull’asfalto, si è riusciti a risalire all’identità del conducente dell’utilitaria. Gli agenti hanno così scoperto che il sospettato era un pregiudicato agli arresti domiciliari e sono andati presso la sua abitazione dove hanno trovato l’auto con il pezzo di scocca mancante. L’uomo presentava inoltre ferite al volto e alle braccia, avvenute si presume, in conseguenza dell’incidente. Il 45enne è stato denunciato per omissione di soccorso e lesioni aggravate, e una volta condotto negli uffici del commissariato di Polizia, è stato sottoposto sia all’alcol test sia al drug test.

Redazione