Scatta il protocollo anti-covid in una scuola d’infanzia a Crema, nel cremonese. È bastato un bambino con la febbre, pochi giorni dopo la prima campanella. E quindi la sezione della scuola d’infanzia comunale Iside Franceschi frequentata dall’alunno è stata lasciata a casa. La storia è stata riporta dal giornale La provincia di Cremona.

La situazione è emersa nell’ambito della misurazione della temperatura condotta a casa dai genitori del piccolo. “A un alunno – ha spiegato l’assessore comunale all’Istruzione Attilio Galmozzi – è stata riscontrata qualche linea di febbre. Niente di grave ma, come previsto, l’Ats ha subito messo in atto le procedure previste per questi casi”.

Il protocollo sanitario prevede che a questo punto il bambino venga sottoposto al tampone. Nel frattempo la classe rimarrà a casa. Qualora dovesse risultare negativo, tutta la classe potrà rientrare normalmente a scuola. Questa la procedura standard per i casi positivi che dovessero verificarsi alla riapertura delle classi.

Redazione