Un neonato di un mese è stato salvato dal provvidenziale intervento del 118 a Pozzuoli (Napoli). Il piccolo era con la madre nello studio pediatra per una visita quando le sue condizioni sono degenerate a causa di problemi respiratori e del colorito del viso. Immediata la richiesta d’intervento dell’ambulanza, allertata per polmonite ab ingestis (che si sviluppa a causa dell’ingresso di materiali estranei nell’albero bronchiale, spesso proveniente per via orale o gastrica) e per cianosi.

Nel giro di pochi minuti, appena tre secondo la testimonianza dell’associazione “Nessuno Tocchi Ippocrate“, l’ambulanza India partita dall’ospedale Santa Maria delle Grazie raggiunge alle 11.23 via Artiaco, dove è presente lo studio del pediatra. Il neonato viene assistito dall’equipaggio che effettua le prime manovre, completate poi dal tempestivo intervento dell’automedica della Croce Italia Area Flegrea.

Dopo pochi minuti si riparte verso il Santobono dove il piccolo arriva alle 11.35. Preso in cura dai medici dell’ospedale pediatrico, il neonato è attualmente ricoverato ma non sarebbe in  pericolo di vita.  “Complimenti all’equipaggio India composto da Mario Tommasino e Federica Di Costanzo e all’equipaggio dell’Automedica” commenta il dottor Manuel Ruggiero, presidente dell’Associazione Nessuno Tocchi Ippocrate.

Nei giorni scorsi, il 7 giugno, il 118 della postazione Crispi a Napoli ha salvato una bimba di 2 anni in arresto respiratorio. La piccola, soccorso presso la casa Famiglia in via Pigna, è stata ventilata meccanicamente fino all’arrivo al Santobono. “35 minuiti di pura adrenalina, passione e professionalità” il commento dell’associazione.

 

Redazione