Tornano a salire, dopo tre giorni consecutivi di calo, i nuovi contagiati da Coronavirus in Italia. Secondo i dati pubblicati nel bollettino del Ministero della Salute sono infatti 162 i nuovi casi nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 114 di ieri. Nella sola Lombardia sono 64 i nuovi contagi, poco meno del 40% rispetto al dato nazionale.

I casi totali salgono a 243.506, inserendo nel computo anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia.

Le vittime registrate sono 13, in calo dopo le 17 di ieri. I morti sono saliti quindi a quota 34.997, ormai prossimi ai 35mila.

Nelle ultime 24 ore sono invece 575 le persone guarite dal Covid, 196.016 dall’inizio del monitoraggio dell’epidemia in Italia. In grosso calo anche gli attualmente positivi, 426 in meno rispetto a ieri e 12.493 in totale.

Sono sei le Regioni in cui nelle ultime 24 ore non sono stati segnalati nuovi casi di contagio: Basilicata, Molise, Valle d’Aosta, Sicilia, Puglia, Provincia autonoma di Trento e Marche. (La regione Basilicata ha comunicato un ricalcolo: ha eliminato 1 caso inserito erroneamente come nuovo positivo)

I CASI COVID IN ETA’ PEDIATRICA – In Italia i casi pediatrici di Covid-19 sono l’1,8% del totale, con un’età media di 11 anni, e nel 13,3% dei casi sono stati ricoverati in ospedale. È quanto si legge in uno studio condotto dal Reparto di Epidemiologia, Biostatistica e Modelli matematici, del Dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità e pubblicato sulla rivista scientifica ‘Pediatrics’ intitolato “COVID-19 Disease Severity Risk Factors for Pediatric Patients in Italy”. Una fotografia dalla quale emerge che un rischio maggiore, più del doppio, risulta associato a patologie preesistenti.