Il virus covid-19 può passare dalla madre al feto durante le ultime settimane di gravidanza. È quello che ha provato uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communications. Principale autore della ricerca Daniele De Luca, medico all’ospedale Antoine Béclère di Clamart. Non è la prima volta che viene indagato il contagio intrauterino di coronavirus. È però la prima volta che vengono fornite delle prove concrete.

Si tratta, comunque, di casi estremamente rari. Lo studio è stato condotto su una donna di circa vent’anni, ricoverata in ospedale all’inizio di marzo e sottoposta a parto cesareo. Gli esami hanno rintracciato una quantità elevata di virus nella placenta. Il contagio è passato proprio attraverso la placenta e poi nel cordone ombelicale fino al feto. Il bambino presentava sintomi gravi a 24 ore dalla nascita, come rigidità degli arti e lesioni a livello del sistema nervoso celebrale. Tali sintomi sono scomparsi prima dell’intervento dei medici.

Non più del due 2% dei bambini figli di madri positive, tuttavia, è risultato positivo al virus. Una percentuale ancora inferiore di questi positivi ha presentato sintomi gravi.