Camminava con il fratello n amico lungo la banchina e poi lungo la massicciata dei binari quando un treno che arrivava a forte velocità lo ha risucchiato e travolto. Lo spostamento d’aria provocato dall’alta velocità del convoglio non ha lasciato scampo a un giovane di 18 anni, morto ieri sera nei pressi della stazione di Cassano d’Adda. Illeso il fratello mentre l’altro amico è rimasto ferito in maniera lieve. Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118 con un’ambulanza e un’automedica.

Il tragico incidente si è verificato ieri sera poco dopo le 19:15. La vittima aveva soli 18 anni, di origini marocchine. Si chiamava Ahmed. I ragazzi erano appena scesi da un treno alla stazione di Cassano d’Adda, in provincia di Milano. A dare l’allarme il fratello e l’amico. I primi ad arrivare sul posto sono stati i carabinieri. Sotto shock il fratello che ha raccontato l’incidente. I sanitari non hanno potuto fare niente, quando sono arrivati sul posto il ragazzo aveva già smesso di respirare. Straziante la scena del riconoscimento del corpo da parte dei genitori del ragazzo.

Il 18enne si chiamava Ahmed e viveva a Melzo, come ricostruisce Il Giorno. Con sé non aveva i documenti. “Non ci siamo accorti di nulla”, hanno riferito i testimoni ancora sconvolti dall’accaduto. Il ragazzo sarebbe morto sul colpo. Forse, scrive Repubblica, era al telefono quando il treno lo ha sorpreso alle spalle. L’incidente ha causato ripercussioni sul traffico ferroviario con fermate cancellate o ritardate fino a un’ora per i pendolari che tornavano a casa dal lavoro.

Le indagini sono state affidate alla polizia ferroviaria. Il convoglio – un regionale Porta Garibaldi-Cremona – è stato rintracciato una volta arrivato a Cremona. Il macchinista sarà ascoltato dagli agenti della Polfer. Al momento dell’incidente non si era accorto della tragedia e aveva continuato la sua corsa. Resta da chiarire perché i ragazzi si siano mossi lungo i binari, anche se non sembra esserci alcun dubbio sull’accidentalità della tragedia. Acquisiti i filmati delle telecamere della stazione e lungo i binari.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.