C’è un primo caso di coronavirus anche nel mondo dell’autotrasporto. Un 58enne residente a Garlasco (Pavia), autotrasportatore dipendente della Ghibli & Wirbel di Dorno, nota azienda produttrice di aspirapolvere e idropulitrici industriali, è tra i casi confermati di contagio.

L’uomo, come riporta ‘La Stampa’, aveva eseguito la scorsa settimana alcune consegne per l’azienda nella zona di Codogno, il primo focolaio italiano di contagio da Covid-2019. Da domenica l’autotrasportatore è quindi ricoverato al policlinico San Matteo di Pavia, nel reparto di malattie infettive, ma le sue condizioni al momento non destano preoccupazione nel personale sanitario. Come è da prassi, due familiari del 58enne sono stati sottoposti a quarantena domestica.

L’autotrasportatore sabato si era recato autonomamente al pronto soccorso dell’ospedale di Vigevano presentando alcuni dei sintomi da coronavirus. Per questo le persone presenti al momento del suo arrivo nella struttura sanitaria sono state trattenute a scopo precauzionale e, una volta accertata la positività al tampone, sono state invitate a restare a casa. Le autorità hanno disposto inoltre la chiusura fino al primo marzo del circolo sportivo dove il camionista si era recato giovedì scorso per giocare a tennis.