Un primo caso accertato di coronavirus nel Sud Italia. È quello che arriva da Palermo, dove una donna è risultata positiva al test per il Covid-2019: la turista di Bergamo era nel capoluogo siciliano in vacanza e lunedì era stata ricoverata nell’ospedale Cervello per i controlli dopo aver mostrato sintomi influenzali.

I test effettuati hanno quindi confermato la positività al coronavirus, come confermato questa mattina dalla Regione Sicilia: “Abbiamo un sospetto caso positivo risultato tale all’esame del tampone”. Per la donna, un gruppi di amici e alcune persone che sono state a stretto contatto con i turisti è stato immediatamente disposta la quarantena.

PRIMO CASO ANCHE A FIRENZE – Un primo caso con test positivo di coronavirus a Firenze. Si tratta di un uomo di circa 60 anni tornato da Singapore una ventina di giorni fa e che negli ultimi giorni si è sentito male ed è stato visitato ieri all’ospedale fiorentino di Santa Maria Nuova. Il primo tampone effettuato sull’uomo ha dato esito negativo mentre il secondo nella notte è risultato positivo. Ora si attende la conferma dell’Istituto superiore di Sanità. Il paziente è stato trasferito in un altro ospedale fiorentino, quello di Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri. Gli ambienti del pronto soccorso di Santa Maria Nuova sono stati sanificati. Alcuni medici che hanno visitato l’uomo sarebbero già stati sottoposti alla procedura di quarantena. Riguardo al caso, dalla Regione si spiega che alle 10.30 sarà emesso un bollettino con notizie relative agli esiti degli ultimi tamponi effettuati in Toscana.

Un altro caso sospetto riguarda una donna tornata dal carnevale di Venezia e prelevata ieri sera dalla stazione di Santa Maria Novella dal personale medico. La donna avrebbe accusato un attacco di tosse in treno e, dopo aver contattato telefonicamente il medico di famiglia, è stato allertato il numero nazionale 1500 ed è scattato il protocollo sanitario di sicurezza e la donna è stata ricoverata in isolamento all’ospedale di Careggi. Da quanto si apprende, il paziente sessantenne ricoverato nella notte all’ospedale fiorentino di ponte a Niccheri perché il secondo tampone faringeo a cui è stato sottoposto avrebbe rivelato la presenza del coronavirus Covid -19, è un imprenditore italiano con attività aziendali in Oriente e che sarebbe rientrato da Singapore nei primi giorni di febbraio. I campioni dei tamponi sono stati inviati all’Istituto superiore di sanità, da cui si attende la conferma.

TEST NEGATIVI IN ABRUZZO E VALLE D’AOSTA – Sono risultati invece negative le al coronavirus le sei persone sottoposte a tampone nelle ultime ore in Abruzzo. In particolare tre tamponi sono stati eseguiti a Pescara, due a Teramo e uno all’Aquila, e in un caso su un ragazzo minorenne.

Anche la Regione Valle d’Aosta ha confermato che “al momento non esistono casi di coronavirus, nemmeno sospetti” sul territorio. Nella notte sono arrivati i risultati, negativi, dei sei casi sospetti che sono stati eseguiti in laboratori di Milano e Torino.