Record di guariti (2563) dall’inizio dell’emergenza coronavirus in Italia, ben 1231 dimessi nelle ultime 24 ore e appena 355 nuovi casi rispetto al giorno precedente nonostante un numero elevato di tamponi effettuati (65.705) con 3.493 contagiati.

Sono  i numeri diffusi nel bollettino di venerdì 17 aprile dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli. I decessi nell’ultimo giorno sono 575 per un dato complessivo di 22.745 vittime.

In totale in Italia sono 106.962 i casi attuali di positività al coronavirus. Continuano a diminuire i pazienti ricoverati in terapia intensiva: sono 2.812, -124 rispetto al giorno precedente. I ricoverati in reparto sono invece 25.786, -1107 rispetto a 24 ore fa: dato più basso dal 27 marzo scorso.

Il numero totale dei guariti è di 42.727 guariti, +2563 ultime 24 ore, il dato più alto in assoluto inizio. Cifre incoraggianti se si tiene anche conto dei 65.705 tamponi per ricerca del coronavirus effettuati in Italia nelle ultime 24 ore. Si tratta del dato più alto dall’inizio dell’epidemia. Il totale dei tamponi è di 1.244.108.

“I dati di questi giorni ci indicano che si è alleggerita la pressione sulle strutture ospedaliere, è un dato si è consolidato. E’ stato fatto un grande lavoro svolto negli ospedali, la curva dei contagi ha rallentato” ha spiegato Borrelli.

STOP CONFERENZE – La tradizionale conferenza stampa delle 18 della Protezione Civile dalla prossima settimana si svolgerà solamente al lunedì e al giovedì con lo stesso orario. Negli altri giorni i dati saranno forniti tramite i social e il sito internet. Lo ha reso noto Angelo Borrelli in conferenza stampa. Ci saranno inoltre due conferenze stampa del Commissario all’emergenza Domenico Arcuri, il martedì e il sabato alle 12 mentre il venerdì alle 12 resta confermata la conferenza stampa dell’Iss.