Il numero totale dei casi di coronavirus in Italia è arrivato a 528, con 14 decessi. A fornire gli ultimi dati è stato il Commissario per l’emergenza e capo della protezione civile Angelo Borrelli nella consueta conferenza stampa. Borrelli ha però precisato che si sta ancora aspettando “gli esiti degli accertamenti dell’Iss per l’ufficialità”. Il capo della Protezione civile ha aggiunto poi che “siamo arrivati a quasi 3 milioni di passeggeri controllati nei nostri aeroporti”. Dei contagiati, 159 sono ricoverati con sintomi, 37 sono in terapia intensiva mentre i casi meno gravi sono in isolamento domiciliare. Borrelli ha precisato che i contagi confermati dall’Istituto Superiore di Sanità ad oggi sono 282.

IL BILANCIO REGIONE PER REGIONE – Questo il dettaglio dei contagi: Lombardia 305 (37 i guariti), Veneto 98, Emilia Romagna 97, Liguria 11, Lazio 3, Sicilia 3 (due i guariti), Toscana 2, Campania 2, Piemonte 2, Abruzzo 1, Provincia autonoma di Bolzano 1.

LE ‘GUARIGIONI’ – Da Borrelli è arrivata anche una buona notizia: in Lombardia infatti “37 persone sono guarite. Il numero delle persone che sono state contagiate è di 305”. Ieri l’istituto nazionale di malattie ‘Infettive’ Lazzaro Spallanzani di Roma avea sciolto la prognosi sui coniugi cinesi, a 29 giorni dal ricovero. La donna, primo caso confermati di Covid-19 in Italia, è guarita e anche il marito potrebbe essere dimesso. Dalla guarigione dei due coniugi, ricoverati a Roma, arriva “un messaggio di ottimismo, che da questa malattia si può guarire”, spiegano dall’istituto.

In totale i guariti in Italia sono 42: tra questi uno è stato addirittura dimesso e ha potuto riprendere la propria vita. Gli altri sono ancora ricoverati ma non presentano più il virus nel proprio corpo

IL PRIMO IN PUGLIA E ABRUZZO – “Come avevamo previsto, abbiamo il primo soggetto influenzato residente nella provincia di Taranto, sembra proveniente da Codogno in Lombardia, ove si era recato in visita, positivo al test”, informa il governatore Michele Emiliano, secondo cui l’Istituto superiore di sanità si occuperà della verifica. Il paziente è isolato in ospedale e “il decorso è regolare”.

Un primo presunto caso di coronavirus c’è anche in Abruzzo. Un uomo è risultato positivo al primo test per il Covid-19 durante il ricovero nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Teramo. La conferma conferma del contagio arriverà solo con gli esiti del secondo esame, che sarà eseguito all’Istituto Spallanzani di Roma.

I MINORENNI POSITIVI – Si registrano anche le prime positività fra i minorenni: sarebbero non gravi, sette in Lombardia e uno in Veneto, un bambino di 8 anni di Limena, in provincia di Padova. In merito, Borrelli predica prudenza: “Non disponiamo di informazioni ufficiali”. E il ministro della Salute, Roberto Speranza, chiarisce: “L’Italia è più forte del coronavirus. Ad oggi, non hanno trovato conferma le ipotesi attorno al caso ‘zero’ che ha infettato il primo paziente nell’area del Lodigiano, in Lombardia”.

A PIACENZA DONNA POSITIVA PARTORISCE BIMBO SANO – E, ancora, una donna affetta da coronavirus a Piacenza ha dato alla luce un bimbo, che invece sta bene, come annunciato dall’assessore regionale alla Sanità dell’Emilia-Romagna, Sergio Venturi.

MENO DEL 4% DEI TAMPONI E’ POSITIVO – Tornando al bilancio nazionale della protezione civile, le persone ricoverate con sintomi sono 128, quelle in terapia intensiva 36 e quelle in isolamento domiciliare 221. “Meno del 4% dei tamponi ha dato esito positivo, oltre la metà dei positivi non va in ospedale, e come conferma l’Oms gli affetti hanno in 4 casi su 5 sintomi lievi”, chiarisce Borrelli, secondo cui “c’è il massimo livello di attenzione e concentrazione per isolare il virus” e i tamponi non verranno effettuati solo per chi ha sintomi ma anche per chi ha avuto stretti contatti con persone positive.