Mai così tanti nuovi contagiati dall’inizio della pandemia. E mai così tanti morti dal 10 maggio. Sono i numeri, preoccupanti, dell’emergenza coronavirus che non accenna a rallentare. Cambiano i focolai, si spostano e si allargano, ma non diminuiscono. Anzi.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha fatto sapere che sono 259.848 i nuovi positivi rintracciati in 24 ore. Si tratta del più grande incremento in un solo giorno dall’esplosione dell’emergenza a livello mondiale. I dati sono stati pubblicati sul sito della stessa organizzazione. Gli incrementi più emergenziali negli Stati Uniti, in Brasile, in India e in Sudafrica. Mai così tanti morti in un giorno, da oltre un mese, dal 10 maggio: 7.360.

Preoccupa particolarmente la situazione nei Paesi sopracitati. Il focolaio più grande attraversa tutto il continente americano. Il Brasile è il secondo Paese al mondo per contagi (2.074.772) e per morti (78.772). Positivo anche il presidente, negazionista, che aveva definito il covid “un’influenzetta”, Jair Bolsonaro. Il sistema sanitario è al collasso. In India i positivi sono 1.077.781, i decessi 26.816. Emergenza anche in Sudafrica dove si conta un totale di 350.879 contagiati e 4.948 vittime.

A riportare i numeri più gravi sono sempre gli Stati Uniti. Più 60.207 contagi in un giorno, per un totale di 3.698.209. I numeri sono della Johns Hopkins University. I decessi in un giorno sono stati invece 832, per un totale di 139.960.

 

 

Redazione