Il vaccino è l’unico strumento per uscire dall’incubo Covid e proprio per questo la campagna vaccinale è al centro delle preoccupazioni di tutti: la parola “vaccino” è la più utilizzata dagli internauti campani nei post e nei commenti sui social. A rivelarlo è un’indagine di Spinfactor, condotta in esclusiva per il Riformista, che ha analizzato le conversazioni dei cittadini dal 22 al 29 marzo scorso.

Complice la confusione generata dalle istituzioni a ogni livello, i campani si cimentano in discussioni politiche cercando di capirci qualcosa in più. Al secondo posto nella top ten delle parole più utilizzate, infatti, c’è il presidente della Campania Vincenzo De Luca che con cadenza settimanale dà aggiornamenti sulla somministrazione dei vaccini e annuncia scelte spesso dirompenti per quanto riguarda l’organizzazione sanitaria. Basti pensare alla volontà del governatore di prendere le distanze dalla strategia del governo Draghi e di vaccinare non solo per fasce d’età ma anche per categorie economiche.

Non a caso, tra i temi più dibattuti sui social dopo sanità e istruzione, figura quello della ripresa delle attività. La parola “ristorazione”, settore tra i più colpiti dalle restrizioni antivirus, è un altro tema di discussione piuttosto “caldo”. Stremati da un anno di pandemia, i campani non parlano d’altro: le conversazioni ruotano intorno alla zona rossa, che colora la Campania ormai da sei settimane, ma anche al numero di persone vaccinate e al vaccino Sputnik che De Luca si è detto pronto ad acquistare.

Nata a Napoli il 28 settembre 1992, affascinata dal potere delle parole ha deciso, non senza incidenti di percorso, che sarebbero diventate il suo lavoro. Giornalista pubblicista segue con interesse i cambiamenti della città e i suoi protagonisti.