Primo caso di reinfezione da coronavirus negli Stati Uniti. Si tratta di un 25enne del Nevada che aveva contratto il covid e che poi era guarito.
La Cnn scrive, citando i test genetici condotti dalla Scuola medicina di Reno dell’Università del Nevada e dal Laboratorio sanitario pubblico dello Stato del Nevada, che il giovane ha contratto due diversi ceppi del coronavirus.

I ricercatori hanno analizzato il materiale genetico prelevato da entrambi i campioni di coronavirus e il risultato indica due distinte infezioni virali. Il 25 enne risultato positivo lo scorso aprile. Aveva sofferto tutti i sintomi dell’infezione: mal di gola, tosse, diarrea, nausea. Dopo che le sue condizioni sono migliorate, il doppio tampone ha dato esito negativo. Ha tornato a sentirsi male dopo circa un mese, a fine maggio. Ricoverato per insufficienza respiratoria è risultato di nuovo positivo.

IL PRECEDENTE – Solo qualche giorno fa un caso analogo era stato tracciato a Honk Kong: il primo al mondo. Le analisi anche in quel
caso hanno tracciato due ceppi diversi del covid-19. Il paziente era un 33enne.