Il suo piano per uccidere la compagna, incinta al secondo mese, era folle: darle fuoco con dell’alcol. Il tentativo di un uomo di 41 anni per fortuna non è riuscito: la donna, sua coetanea, ha riportato ustioni sul 50% del corpo ed è ricoverata in prognosi riservata all’Ospedale Niguarda di Milano, ma non in pericolo di vita.

Il tentato omicidio è avvenuto a Vellezzo Bellini, in provincia di Pavia: l’uomo, di nazionalità romena, è stato arrestato dai carabinieri di Bereguardo (Pavia).

Il 41enne, senza precedenti penali, secondo quanto ricostruito dai militari ha tentato di uccidere la compagna dandole fuoco dopo averla cosparsa di alcol etilico.

Il pronto intervento degli operatori del 118 è stato fondamentale: la vittima del tentato omicidio è stata trasportata d’urgenza al Centro ustioni dell’ospedale Niguarda di Milano dove è tenuta sotto stretta osservazione dal personale medico.

Stando ai primi accertamenti compiuti dai carabinieri di Bereguardo, il 41enne avrebbe agito in evidente stato di ubriachezza scagliandosi contro la compagna a seguito di una lite per futili motivi. E’ stata la stessa donna a chiamare il 112, parlando in realtà di un incidente domestico: quando sono arrivati il 118 e i carabinier la 41enne è svenuta per effetto delle gravi ustioni riportate.

Ora il compagno è recluso nel carcere di Torre del Gallo a Pavia a disposizione della Procura di Pavia che ha avviato un’inchiesta sul fatto.

 

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.