È da due giorni irraggiungibile, con la famiglia che ha perso totalmente i contatti con lui. Da 48 ore una famiglia di Gela (Caltanissetta) non ha più notizie del maggiore dei suoi due figli, il 27enne Calogero Nicolas Valenza, pr in Spagna fermato domenica dalla polizia egiziana per accertamenti all’aeroporto de Il Cairo.

Nella capitale Calogero era arrivato con un volo partito da Barcellona e in Egitto voleva andare a trovare un’amica. Secondo quanto riporta Repubblica, il nome di Valenza era segnalato e il giovane sarebbe stato fermato dagli agenti per un problema di droga.

L’ultimo contatto telefonico è stata una chiamata dalla madre alle 11 di domenica mattina: a lei aveva infatti confermato la partenza in serata per l’Egitto avvertendola che si sarebbe fatto sentire all’arrivo nel paese africano. Da lì però è stato silenzio, nessun contatto telefonico e smartphone irraggiungibile.

Oggi la famiglia ha appreso dalla Farnesina che Calogero è stato fermato dalla polizia locale per accertamenti, con la rassicurazione di aver aperto i canali diplomatici per garantire al 27enne, che vive e lavora da 4 anni in Spagna, i suoi diritti.

I rapporti tra Italia ed Egitto risentono ovviamente dei casi di Giulio Regeni e Patrick George Zaky: il primo è il ricercatore italiano dell’università di Cambridge arrestato e poi ucciso in Egitto nel 2016, mentre il secondo è lo studente egiziano dell’università di Bologna arrestato a febbraio e ancora oggi in carcere.