Una storia tutta da confermare, sulla quale sono in corso indagini da parte dei carabinieri della stazione di Porta Portese a Roma, ma che rischia di travolgere nuovamente le forze dell’ordine. È quella raccontata da Marco, 23 anni, fermato e picchiato lo scorso sabato da un poliziotto in borghese in una delle strade principali di Roma.

A raccontare il caso è lo stesso ragazzo al giornale ‘Leggo’. “Erano passate le 3 di notte. Stavo tornando a casa con un mio amico dopo aver passato la serata a Trastevere – racconta Marco – arrivati a viale Marconi si affianca allo scooter su cui viaggiavamo un’auto grigia. Era una 500 XL con a bordo due uomini. Mi fissano e mi urlano “ma che cazzo ti guardi?”. Io rispondo per le rime e continuiamo a battibeccare per qualche secondo. Quando pensavo fosse tutto finito si scatena l’inferno”.

Marco, che verrà alla fine trasportato in ospedale, al Cto della Garbatella, dove gli saranno applicati cinque punti di sutura sul labbro, continua quindi nel suo racconto. “Ci tagliano la strada, bloccando lo scooter e quello alla guida si avvicina a me. Mi urla in faccia parolacce e minacce di ogni tipo. Poi mi colpisce con due schiaffi fortissimi. In pieno viso. Ero pronto a reagire quando tira fuori il tesserino e mi dice di esser un poliziotto. E urla ancora “e mo che fai?”. A quel punto mi blocco. Non credevo ai miei occhi. Mi urlava “ti arresto”, “ti faccio sparare” e altre frasi rabbiose. Inizio a parlare chiedendo loro perché si stavano comportando così e per tutta risposta mi sferra un pugno in pieno volto”.

Il 23enne riesce comunque a chiamare il 112 e denunciare il fatto, impedendo al poliziotto di scappare mettendo lo scooter davanti all’auto e nonostante il tentativo del poliziotto di togliergli di mano il telefono. “In pochi minuti è arrivata un’ambulanza e sei o sette volanti a sirene spiegate che hanno raccolto le nostre versioni”, spiega Marco, che ora spera nella giustizia. Se le accuse dovessero essere confermate, il poliziotto potrebbe essere incriminato per lesioni aggravate e tentata rapina.