“I Sommersi e i salvati” è il flash-mob che si terrà lunedì 27 luglio a Roma (dalle ore 18 in piazza San Silvestro) per chiedere «al Governo italiano e agli Stati europei di interrompere i finanziamenti alla cosiddetta guardia costiera libica, di chiudere ed evacuare i centri di detenzione trasferendo i migranti fuori dalla Libia e di promuovere corridoi umanitari per garantire protezione alle persone in fuga». Tra i promotori della mobilitazione Luigi Manconi, Roberto Saviano, Sandro Veronesi, Michela Murgia, Luigi Ferrajoli, Elena Stancanelli, Valeria Parrella, insieme ad A Buon Diritto, Ero Straniero, le ong Sea-Watch, Open Arms, Mediterranea Saving Humans, i parlamentari Emma Bonino, Riccardo Magi, Matteo Orfini, Laura Boldrini, Erasmo Palazzotto.

L’iniziativa nasce dopo che la Camera dei Deputati, per il quarto anno consecutivo, ha approvato il finanziamento della missione italiana in Libia, prevedendo il sostegno economico alla guardia costiera libica e un’attività di formazione e addestramento dei suoi componenti. «Un atto gravissimo», denunciano i promotori.