Nelle ultime 24 ore sono 3.039 i nuovi contagiati in Italia dal coronavirus con un incremento degli attualmente positivi, una volta esclusi i decessi e i pazienti guariti, di 880 unità. E’ l’incremento più basso registrato dal 10 marzo scorso” spiega Angelo Borrelli, capo della Protezione civile.

I morti registrati nell’ultimo giorno sono 604 mentre ci sono ben 1555 guariti. Altro dato positivo è quello dei ricoverati in terapia intensiva: sono 106 in meno rispetto a ieri per un totale di 3792 malati, mentre quelli ricoverati in reparto ordinario, 28.718,  sono calati di 258 unità.

I casi totali in Italia dall’inizio del virus sono 135.586. Il numero comprende anche i deceduti (17.127) e i guariti (21.815) oltre agli attuali positivi (94.067).

Riportiamo le stime del matematico Valerio Curcio sul contagio da coronavirus:

Eccoci qua con le analisi.
Giornata decisamente positiva rispetto a tutte le grandezze. Purtroppo i decessi giornalieri continuano ad essere elevati, ma in trend di diminuzione ormai consolidato, anche se lento. Potremmo concludere l’epidemia con un numero di deceduti compreso tra 24.000 e 29.000, ma probabilmente (grande speranza) resteremo al di sotto di questi valori.

La curva dei contagi sembra aver cambiato nuovamente pendenza in modo brusco, virando verso un verosimile plateau-target compreso tra 150.000 e 180.000 contagi totali finali. La previsione di chiusura temporale non dovrebbe cambiare di molto e ci aspettiamo l’azzeramento dei contagi entro i primi dieci giorni di maggio, al massimo entro la metà del mese.

Crediamo che la curva dei positivi possa iniziare a scendere entro la fine di questa settimana o forse prima. Ottime notizie giungono dalle ospedalizzazioni e dalle terapie intensive. Qui il trend è decisamente invertito e siamo in fase di discesa, più accentuata per le terapie intensive piuttosto che per i ricoveri non in terapia intensiva.

Le curve normalizzate sui tamponi mostrano una bella velocità per le guarigioni (oggi toccato il record giornaliero), mentre si dimostrano in flessione tutte le altre. Il dato di oggi è ancora più robusto per via del numero dei tamponi, in media sempre attorno a 32-33.000.
Vi lascio con un bel po’ di grafici.