Bruno Vespa si rende protagonista di una clamorosa gaffe. Il giornalista e volto di Porta a Porta è stato ripreso in diretta tv da un ragazzo di 13 anni che lo ha bacchettato durante il programma “Da noi… a ruota libera” condotto da Francesca Fialdini su Rai 1.

Vespa era ospite in studio con Francesco Barberini, 13enne già autore di cinque libri sull’ornitologia e cnhe nel 2018 è stato nominato Alfiere della Repubblica Italiana per meriti scientifici e divulgativi dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

L’obiettivo della trasmissione era invitare i due a conversare e a porsi domande sui rispettivi interessi, il giornalismo e l’ornitologia. È qui che Vespa cade subito nella gaffe: “Cinque libri, tutti sugli uccelli. Ma perché proprio gli uccelli e non un altro tipo di animale? E quali uccelli? Quelli semplici, come i canarini, le rondini oppure anche quelli misteriosi, perfino i pipistrelli che sono diventati purtroppo di gran moda perché potrebbero averi portato il Covid”, chiede Vespa.

Barberini quindi sorride e risponde lapidario: “Allora, innanzitutto i pipistrelli sono mammiferi e non uccelli”. Un momento di imbarazzo che Vespa prova a superare, venendo incalzato nuovamente dal 13enne: “Io fin da piccolissimo avevo due passioni: quella degli uccelli e quella dei dinosauri. Facendo ricerche ho scoperto delle cose che poi non sono completamente vere. Ad esempio, i dinosauri non sono come quelli che ci fa vedere Jurassic Park, erano molto colorati ed erano piumati. Uno dei tanti gruppi di dinosauri sono proprio gli uccelli di oggi. Un velociraptor non era un mostro, ma era molto più simile agli uccelli di quanto pensiamo. Lo studio delle due cose mi ha fatto capire che in natura non vince il più forte, ma colui che si adatta meglio”.

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia